Sharing
Business
Ideas
 

// Contact Us //

-> info@wine2wine.net <-

23-24 Novembre 2020
wine2wine
Simon J. Woolf

Simon Woolf

Simon Woolf

Simon J. Woolf

Wine writer e autore di Amber Revolution

Simon J Woolf è un autore inglese residente ad Amsterdam, esperto del settore vinicolo e delle bevande. È un famoso recensore di vini naturali, organici, biodinamici e Orange Wines, che collabora regolarmente con le riviste Decanter, World of Fine Wine, Meininger’s Wine Business International e con molte altre pubblicazioni sia online che offline. Il suo primo libro, Amber Revolution, è stato pubblicato nel 2018, e ci dà una visione d’insieme del tramonto e della nuova alba dei cosiddetti vini arancioni. Il New York Times lo ha valutato come uno tra i cinque migliori libri sul vino di quell’anno ed è stato poi selezionato per il premio “André Simon Food and Drink books”. La carriera di Simon Woolf è iniziata quasi accidentalmente, nel 2011, con la fondazione di The Morning Claret. Si tratta di un wine magazine online che, in poco tempo, è diventato una delle fonti più rispettate al mondo in materia di vino naturale e artigianale. Simon è stato inoltre premiato nel 2018 come “International Feature Writer dell’anno” durante il Louis Roederer International Wine Writing Awards. Prima di spostarsi nel mondo del vino si è occupato di musica, di ingegneria del suono, di consulenza informatica e di design di valuta alternativa.

"Perché l'arancione non è un colore"

Il termine Orange Wine viene usato sempre di più dai consumatori attuali, ma molti produttori fanno ancora fatica a digerirlo. “Il mio non è un Orange Wine”, insistono, anche se i loro vini bianchi ne attraversano il processo di macerazione a contatto con le bucce. Questa sessione ribalta il concetto secondo il quale lo stile di un vino deve essere collegato a un colore. Simon farà presente che quando si parla di rosso, bianco, rosato e arancio, non stiamo propriamente parlando di colore, ma di tecniche di vinificazione. Inoltre, queste tecniche non sono così scontate come si potrebbe supporre. Perché il termine “vino arancione” risulta adatto? Cosa comunica al consumatore? Per quale motivo si dovrebbe scrivere rosso, bianco, arancione o rosé su un’etichetta? Tra le altre, verranno esaminate questioni spinose quali la legislazione e la classificazione, che in alcuni casi vietano di riportare in etichetta ciò che invece sarebbe utile specificare. I produttori dovrebbero etichettare con sicurezza e chiarezza i propri vini indicando la categoria e lo stile che comunicano nel modo più semplice al consumatore finale. Con questa sessione, Simon Woolf spera di lasciare a tutti i presenti un’idea più chiara dell’espressione Orange Wine e di ciò che è in grado di comunicare. Spera inoltre di poter contribuire a un uso più disinvolto di questa espressione per indicare indistintamente un vino ambrato, arancio o anche solo di una delicata tonalità di giallo limone.

 
 

Viale del Lavoro 8 – 37135 Verona VR

organizzato da

 
 

in collaborazione con

 
 

© Veronafiere S.p.A. Viale del Lavoro 8 – 37135 Verona – Italia – C.F. e P. Iva 00233750231 –  Tel. +39 045 8298111 – Fax 045 8298288         Cookie | Privacy